20130530_135842Come accennato nelle precedenti puntate, ieri la vostra comunicatrice ha fatto una capatina a Milano in occasione del Social Case History Forum, nonostante fosse fisicamente e psicologicamente provata dal Botellon di Padova della giornata precedente e in vista della due giorni a Trieste per lo State of the Net – dove mi trovo ora. Le varie notti insonni e gli incubi sul perdere il treno o smarrirsi in metropolitana – per chi non lo sapesse, la terza più grande al mondo – non mi hanno impedito – fortunatamente – di trovarmi sul treno per Milano alle 7.17 di ieri mattina. La giornata si prospettava comunque fantastica: malgrado le nefaste previsioni, infatti, il sole splendeva sulla grande metropoli semi-europea, e dopo cinque fermate di metro, eccomi arrivata al Centro Congressi di Palazzo Stelline.

Ma una brutta sorpresa mi attendeva.
Come far andare male una giornata che persino la pioggia aveva deciso – almeno all’inizio – di non rovinare? Semplice: organizzando un Forum sui Social Media e non calcolare la copertura wi-fi. In un centro congressi a Milano. E fu così che la vostra beniamina è stata impossibilitata a fornirvi il live twitting che vi avevo promesso – colpa anche del mio operatore telefonico, evidentemente, perchè al mio cellulare mancava anche la copertura di rete. Organizzatori: cosa mi combinate?

Immagine2

Nonostante quest’imprevisto, però, la giornata è stata veramente istruttiva. Se solo avessi partecipato ad una conferenza del genere prima del mio stage avrei saputo sicuramente sfruttare meglio quei due mesi, con tripudio e gaudio dell’associazione per cui lavoravo e con sommi benefici per me. Ma molte capacità e conoscenze si acquistano solo con l’esperienza, che a me, per forza di cose, mancava. Per cui, il consiglio che posso dare ai ragazzi e alle ragazze interessati come me al mondo della comunicazione è quello di aggiornarsi il più possibile, seguire tutte le fiere e le conferenze immaginabili in giro per l’Italia, perchè, soprattutto in questo caso, si impara molto di più in questi eventi che sui libri dell’università, che – si sa – per aggiornarsi e mettersi al passo con i tempi – in un settore in così rapida evoluzione ed espansione – ci mettono un pò. Tante idee, quindi, tante esperienze, tanti spunti e tanti consigli preziosi, quelli che ho raccolto ieri al Schf13 e che pian piano vi sciorinerò qui sul blog 😉
Dal punto di vista pratico, poi, mi è piaciuto molto il fatto che molte aziende avessero organizzato le presentazioni seguendo la struttura che Schf aveva anticipato sul suo sito, suddividendole in brief ed obiettivi, strategie e soluzioni, risultati ottenuti e lezioni apprese. Anche le diverse tempistiche date alle aziende in base alla loro grandezza e la vicinanza delle sale tra cui spostarsi – cosa non trascurabile, dopo l’esperienza di Perugia – hanno fatto la loro parte, fatto salvo quei 10-15 minuti di ritardo che immancabilmente ci sono ad ogni evento, ma che sono facilmente sopportabili.

Un piccolo e veloce riassunto dei casi che ho seguito oggi, e che poi approfondirò con appositi e dedicati post successivi:
Cowinning.it, laboratorio di idee di cultura digitale presentato da Rosa Giuffrè e basato sull’idea che la condivisione e la visibilità online generano valore;
Quattroruote e Connexia insieme per un riposizionamento online del brand e un maggiore engagement della clientela;
doyouwine, enoteca online definita da Alessandro Morichetti “l’enoteca parlante”;
MSC e i passi fondamentali per posizionare un brand globale sui Social Media;
Costa Crociere: come fare engagement tra community on- e off-line;
Fanta e la sua indagine sul momento migliore di consumo: il Fanta Break Time;
Venchi, un concorso con premio in cioccolato per far conoscere il brand online;
Stuffpeep.com, una nuova startup: un social network basato sugli oggetti e sullo status che comunicano.

Con la dovuta calma, scriverò presto qualcosa per ogni caso. Dato che non potevo fare live twitting, infatti, ho preso una mole assurda di appunti! Forse non tutti i mali vengono per nuocere 😉 cosa che però temo non sarà valida anche per lo State of the Net, che mi ha dato molti più spunti su Twitter, se mi avete seguito in questa prima giornata. E ora, una capatina per le strade del centro storico di Trieste, non me la leva nessuno! Appuntamento tra un paio di giorni con il riassunto dello #soft13! 🙂

Annunci

Informazioni su Alba Chiara

I'm Alba Chiara Di Bari, a 22-year-old Italian studying a Master in Strategic Public Relations in Sweden. Love: Italian espresso, my celtic harp, my pentacle, metal/rock/folk music, my mobile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...