Oggi voglio parlarvi di un libro che ho letto qualche mesetto fa per l’università e che fin da subito mi ha entusiasmato: Tales from Facebook, di Daniel Miller.

Partendo dallo studio etnografico di dodici modi diversi di utilizzare Facebook nella piccola comunità di Trinidad nei Caraibi, Daniel Miller arriva a interessanti conclusioni su quello che questo Social Network ci ha regalato negli ultimi anni. Già il nome stesso sembra in qualche modo contravvenire agli ultimi studi sociologici, come lo stesso Daniel Miller conferma nell’intervista che segue questo post. In realtà, in un epoca in cui l’interazione umana sembrava venire meno, l’arrivo di Facebook ha rivoluzionato il nostro modo di rapportarci con gli altri, creando una nuova forma di comunità, meno oppressiva di quella precedente ma sempre presente. Ci sono nuovi modi di costruire la propria immagine pubblica, nuovi modi di gestire i rapporti con i compagni di classe o con potenziali clienti, ma anche nuove minacce alla fiducia tra coniugi e alla credibilità professionale. Il nostro modo di interagire con questa nuova tecnologia, facendola entrare nella nostra vita, modellandola su noi stessi e, viceversa, modellando noi stessi su di lei, genera un fenomeno interessante, quello che potrebbe essere chiamato la “localizzazione” di Facebook.

La tesi principale è, infatti, che non esiste un solo ed unico Facebook, creato ed utilizzato negli USA, ma che lo stesso Social Network si sia in qualche modo riadattato e rimodellato in base alle comunità e alle culture da cui viene utilizzato. Il facebook del Sud Africa, che ha aiutato la Rivoluzione araba, non è certo quello di Londra e delle sue Olimpiadi. Così come quello studiato in questo libro, espressione della comunità di Trinidad, non è quello utilizzato da noi in Italia, almeno nelle sue caratteristiche più peculiari. “Dobbiamo riconoscere l’immenso potenziale di Facebook” dice Daniel Miller, e il miglior modo di farlo, secondo me, è proprio cominciando da un libro come questo, utilizzandolo come trampolino di lancio per successivi approfondimenti.

Daniel Miller interview

Annunci

Informazioni su Alba Chiara

I'm Alba Chiara Di Bari, a 22-year-old Italian studying a Master in Strategic Public Relations in Sweden. Love: Italian espresso, my celtic harp, my pentacle, metal/rock/folk music, my mobile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...